Alenia Aermacchi. Superjet è un programma strategico su cui vogliamo continuare ad investire

19.10.2012 http://www.aeropolis.it

Tramonta il progetto di un velivolo nuovo da 130 posti. La vicenda ‘esodati Alenia’, ancora dubbi e incertezze.

L’amministratore delegato di Alenia Aermacchi conferma la collaborazione con Sukhoi sul Superjet e interviene sulla vicenda dei lavoratori che hanno lasciato o stanno per lasciare l’azienda. A Venezia, a margine della manifestazione di consegna a Superjet International del primo del velivolo in arrivo a Venezia dalla Russia,  le dichiarazioni di Giuseppe Giordo,

Tramonta la versione 130 posti che “non avrebbe una buona risposta sul mercato visto che sarebbe in competizione con il nuovo Boeing 737 e con l’A320neo di Airbus” per cui  l’azienda italiana pensa a una nuova versione da 110 del Superjet 100. Ancora da risolvere – ha detto Giordo – la vicenda degli ‘esodati’.

“Nell’ultimo anno – spiega Giordo – abbiamo fatto moltissime business review inclusa quella del programma Superjet” e si e’ quindi deciso di andare avanti. Giordo ha sottolineato come l’essere passati alla “fase industriale” del programma testimoniata dall’arrivo del primo aereo a Venezia sia stata una “milestone ” per decidere di proseguire con l’impegno nel programma. Ora, hanno fatto sapere sia Giordo sia Mikhail Pogosyan, il presidente di United Aircraft Corporation, la società che controlla Sukhoi, si sta sviluppando la versione Business dell’aereo, mentre e’ accantonato il progetto di un Superjet più ampio da 130 posti perche”, ha spiegato Giordo, “non avrebbe una buona risposta sul mercato visto che sarebbe in competizione con il nuovo Boeing 737 e con l’A320neo di Airbus”. “Stiamo invece studiando – ha detto ancora il numero uno di Alenia Aermacchi – una famiglia da 110 posti”, su cui una decisione se investirci o meno, ha aggiunto Pogosyan, sarà presa “nel 2013”.

Interjet, il cliente messicano per cui sarà allestito il velivolo consegnato a Venezia,  ha firmato un contratto per l’acquisto di 20 velivoli Sukhoi Superjet 100 con una configurazione da 93 posti. L’ordine ha un valore complessivo di 700 milioni di dollari. SuperJet International prevede di completare e consegnare il primo velivolo alla compagnia a marzo 2013, mentre già a gennaio 2013 avrà inizio l’addestramento dei piloti.

In merito alla vicenda degli esodati, Giordo ha dichiarato che continua la discussione con il Governo e che il piano di assunzioni è praticamente bloccato.  Sono  “circa 800 esodati” che ci sono in Alenia Aermacchi frutto dell’accordo sulla ristrutturazione con i sindacati e delle successive modifiche al regime pensionistico introdotte dalla riforma Fornero “stiamo continuando a discutere con i Governo”, ma “non credo sarà un problema di immediata risoluzione”. Giordo ha confermato che nessuna persona lascerà l’azienda fintanto che il problema non sarà risolto ma ha sottolineato che uno dei problemi generato della vicenda esodati in Alenia Aermacchi è il rallentamento del piano di assunzioni biennale concordato con i sindacati: sono infatti “150 finora le assunzioni effettuate in vece che le 500” previste.