23.11.2012

Firmato l’accordo fra Finmeccanica e i sindacati, no della Fiom-Cgil

E’ in procinto di vedere la luce la neonata in casa Finmeccanica, la Selex ES che, a partire dal 1° gennaio 2013, integrerà le attività di Selex Galileo, Selex Elsag e Selex Sistemi Integrati. Ieri il CEO della nuova società, Fabrizio Giulianini, ha presentato la struttura organizzativa, oltre all’accordo, raggiunto dopo le lunghe polemiche dei mesi scorsi, tra il gruppo Finmeccanica e le organizzazione sindacali. Unico no quello delle Fiom-Cgil.

Quello che nasce è un soggetto leader globale nel campo delle tecnologie elettroniche e informatiche, con circa 17.900 dipendenti, ricavi superiori a 3,5 miliardi di euro, mercati domestici in Italia e Regno Unito ed una forte presenza industriale con societa’ negli Stati Uniti, Germania, Turchia, Romania, Brasile, Arabia Saudita e India.
La struttura organizzativa si incentra in tre specifiche divisioni: – Divisione Air and Space Systems guidata da Norman Bone, comprende le attivita’ relative ai sensori aeroportati, i velivoli senza pilota, i sistemi di guerra elettronica, i sistemi integrati di missione, i sistemi di simulazione, aerobersagli, sensori stellari, paylaods ed equipaggiamenti. – Divisione Land and Naval Systems diretta da Lorenzo Mariani abbraccia le capabilities elettro ottiche, il disegno di architetture di sistemi complessi, i sistemi tattici integrati, sistemi navali da combattimento, i radar navali e terrestri, le reti di comunicazioni militari. – Divisione Security and Smart Systems guidata da Paolo Piccini comprende le architetture di sistemi per la protezione del territorio e delle infrastrutture critiche, la gestione di dati e persone, i sistemi di comunicazione, l’Information technology, i sistemi aeroportuali e di controllo del traffico marittimo.
Trasversalmente alle divisioni operera’ un Chief Operating Officer, Alessio Facondo, che assicurera’ il presidio di tutte le aree di attivita’ direttamente connesse all’operativita’ di Selex ES, alla competitivita’ industriale, alle decisioni di make or buy, alla gestione della produzione e alla standardizzazione, riutilizzo e sviluppo delle tecnologie di base e delle piattaforme tecnologiche comuni. Il Chief Financial Officer della societa’ e’ Geoff Munday, mentre il Responsabile del Marketing sara’ Gianpiero Lorandi.

Come detto alla fusione, così configurata, si è opposta la Fiom, che teme un ridimensionamento del gruppo. “Non ci sono al momento le condizioni per condividere la fusione di Galileo, Elsag e Sistemi Integrati in Selex Electronic Systems – si legge in una nota del sindacato – e ciò non perché l’operazione non abbia una sua logica industriale, ma perché non è disponibile per il sindacato un’adeguata informazione su come questa fusione impatterà sugli organici e sugli stabilimenti”. “Avevamo invitato l’Azienda – continua la Fiom – ad attivare la procedura in modo tale da avviarla quando fossero già disponibili i contenuti del piano. Purtroppo l’Azienda non ci ha ascoltato e ha preferito procedere con un’inutile forzatura”.