17.01.2013

L’intesa ufficializzata in una nota congiunta dei due gruppi dell’Aerospazio e Difesa

E’ ufficiale, nella gara americana per il nuovo addestratore di volo per l’Aeronautica statunitense l’azienda di Finmeccanica proporrà il velivolo M-346 insieme al colosso Usa General Dynamics. Il partner americano sarà il prime contractor come previsto dalle leggi statunitensi.

 

Le due società – si legge in una nota – hanno firmato oggi una lettera di Intenti che sancisce la partnership tra le due aziende nella gara e per cui la business unit del gruppo americano, General   Dynamics C4 Systems.
Il velivolo italiano si propone di sostituire gli ormai obsoleti addestratori T-38 e i relativi sistemi di addestramento a terra. Grazie a quest’accordo – si legge ancora nella nota – sarà possibile coniugare l’esperienza di Alenia Aermacchi nel campo dei velivoli da addestramento con la competenza e le capacità di General Dynamics, che vanta una grande tradizione nella fornitura di sistemi di difesa alla Forza Aerea, all’Esercito e ad altre agenzie governative degli Stati Uniti.
 Le due società offriranno al cliente un sistema integrato di addestramento per i piloti basato sulla piattaforma T-100 di Alenia Aermacchi, variante per il mercato Usa dell’addestratore avanzato M-346. In qualità di prime contractor, General Dynamics metterà a disposizione del team la sua comprovata esperienza come integratore di sistemi al fine di consegnare al cliente: velivolo, simulatori di volo, corsi di formazione multimediali e supporto logistico. Il sistema integrato di addestramento T-100 soddisferà i requisiti della Forza Aerea Usa oltre ad includere i sistemi già sviluppati e testati dell’M-346.
Il velivolo M-346 – ricorda la nota – è un addestratore avanzato progettato per formare i piloti destinati ai velivoli militari di ultima generazione ed è attualmente in produzione per le Forze Aeree di Israele, Italia e Singapore ed è stato selezionato anche dagli Emirati Arabi Uniti.