Presentato con una conferenza stampa l’anno mondiale dedicato ad uno dei pionieri del volo

No, non è un tennista. Quando si parla di Roland Garros la prima domanda è sempre la stessa: chi il tennista? In effetti si tratta di uno dei più grandi equivoci della storia.

Roland Garros, infatti, è stato un aviatore francese, pioniere dell’aviazione nel suo Paese e pilota di aerei da caccia durante la prima guerra mondiale e proprio quest’anno ricorre il centenario dell’avventura che lo ha reso immortale, il primo volo senza scalo attraverso il mar Mediterraneo. Per celebrare questo avvenimento il 2013 sarà il Roland Garros World Year, una serie di appuntamenti e manifestazioni presentata in una conferenza stampa che si è tenuta a Parigi, presso l’Aéro-Club de France. Tutta l’iniziativa ha l’alto patronato del Presidente della Repubblica Francese.

Se pochi sanno che Roland Garros non era un tennista, ma un aviatore (per la cronaca il prestigioso torneo di tennis ha preso il suo nome perchè negli anni venti gli venne dedicato un centro per il tennis, lo Stadio Roland Garros, che ospita appunto gli Open di Francia, uno dei quattro tornei del Grande Slam), pochissimi immaginano che il grande pioniere del volo è atterrato anche a Napoli, il 22 dicembre 1912, per uno scalo durante il suo volo da Tunisi a Roma. Per celebrare questo evento anche la città partenopea è inserita nel Roland Garros World Year, con una manifestazione che si terrà all’aeroporto di Capodichino.