Se nessuno dei candidati e dei partiti  il lizza alle elezioni politiche  se la sente,  lo diciamo noi . Riportate a Napoli la Direzione Generale di Alenia Aermacchi…

Novara, perquisizioni in casa dell’ex sindaco Massimo Giordano

Da questa mattina polizia e Guardia di finanza anche nell’abitazione di Giuseppe Cortese 

Avevamo reso noto nel settembre 2010 il sodalizio tra Massimo Giordano, ex sindaco leghista di Novara con Giuseppe Cortese, responsabile della segreteria di Roberto Cota.

 In un’intervista del settembre 2011 avevamo messo in guardia
che  
se il Ministro Bossi si preoccupa di mettere, come lui stesso sostiene, “il cappello sul progetto dello stabilimento di Cameri”, perché questo gli “consente di fare politiche per il territorio”, mi chiedo, in questo scenario regionale, quali conseguenze potrebbero esserci per le aziende campane se i partiti, pensando di favorire i loro territori d’interesse, decidessero di mettere ‘cappelli’ sui programmi industriali, sulle scelte delle alleanze e sulle partecipazioni delle aziende italiane a nuovi progetti.”

http://www.dsalenia.it/archivio7-10-2010.htm

27 settembre 2010 Cresce l’interesse della Lega e Pdl alle poltrone della azienda di Finmeccanica. 
Alenia Aeronautica sostituisce nel Consiglio d’Amministrazione il consigliere Massimo Giordano, ex sindaco leghista di Novara con Giuseppe Cortese, responsabile della segreteria di Roberto Cota. Se Giordano, attuale assessore regionale della Lombardia, si è speso con convinta determinazione nel Metadistratto dell’Aerospazio del Nord, è sorprendente la cura con cui è stato affidato l’incarico a Giuseppe Cortese responsabile dell’Ufficio comunicazione di Cota e coniuge di Isabella Arnoldi responsabile dell’Ufficio comunicazione dell’Assessore allo Sviluppo Economico Massimo Giordano.

LA NOTIZIA NON E’ TANTO LA PERQUISIZIONE A CASA DELL’ASSESSORE MASSIMO GIORDANO, FUORI DAI VERI GIRI DEL POTERE LEGHISTA, E LE SUE DIMISSIONI DA ASSESSORE ALLO SVILUPPO ECONOMICO DEL PIEMONTE, MA LE INDAGINI SUL GIORNALISTA GIUSEPPE CORTESE, BRACCIO DESTRO DI COTA (NOTORIAMENTE TRAIT D’UNION FRA LA LEGA E FINMECCANICA) E MARITO DELL’ASSISTENTE STAMPA DI GIORDANO…

DAGOREPORT

La notizia non e’ tanto la perquisizione a casa dell’assessore Giordano, fuori dai veri giri del potere leghista, e le sue dimissioni da assessore allo sviluppo economico del Piemonte, che comunque possono traumatizzare la giunta piemontese, ma le indagini su Giuseppe Cortese, braccio destro di Cota (notoriamente trait d’union fra la Lega e Finmeccanica), oscuro e chiacchierato giornalista di provincia, marito della assistente stampa di Giordano .

L’indagine su Finmeccanica e’ drammatica per la Lega, a Varese a Novara ed a Torino.

MASSIMO GIORDANO


giordanohttp://edizioni.lastampa.it/novara/articolo/lstp/34474/

Polizia e guardia di Finanza da questa mattina all’alba stanno perquisendo l’abitazione dell’ex sindaco di Novara, Massimo Giordano, assessore regionale della Giunta Cota. Al momento non si conoscono molti dettagli, ma si tratterebbe di un intervento chiesto dalla Procura di Novara. Altre perquisizioni sono in corso negli uffici torinesi di Giordano. La Procura ha confermato l’indagine in corso e che fra i reati contestati c’è la corruzione.

GIUSEPPE CORTESE

giuseppecortesePerquisizione in mattinata anche nell’abitazione di Giuseppe Cortese, già responsabile della segreteria politica del presidente della Regione Roberto Cota e ora membro in rappresentanza della Regione della Cabina di regia dell’Expo.

Massimo Giordano dal 1996 al 1997 è stato assessore alla Casa e al Patrimonio del Comune di Novara. Il 13 maggio 2001 è stato eletto sindaco di Novara al primo turno con il 50,7% dei voti; riconfermato alla carica vincendo al primo turno le elezioni comunali del 4 e 5 giugno 2006 con il 61% dei suffragi.

ROBERTO COTA

Dimessosi da sindaco di Novara, si è poi candidato al Consiglio regionale del Piemonte nelle elezioni 2010 per la Lega Nord, appoggiando la coalizione Lega Nord-Pdl il cui candidato alla presidenza era l’attuale governatore Roberto Cot. A seguito della vittoria alle elezioni regionali, il 26 maggio 2010 ha lasciato definitivamente la carica di sindaco di Novara per assumere l’incarico di assessore allo Sviluppo Economico della Regione Piemonte.