01.03.2013

Via libera dal Pentagono dopo che Pratt & Whitney ha riscontrato che il problema alla paletta di una turbina è circoscritta ad un velivolo

Il Pentagono ha rimosso lo sospensione temporanea decisa nei giorni scorsi dopo che era stata rinvenuta una frattura alla lama di una turbina a bassa pressione nel motore di un velivolo da test. Pare che il problema fosse circoscritto al particolare tipo di utilizzo che era stato riservato a quell’esemplare. Stando a quanto reso noto oggi dall’ufficio responsabile del programma il problema si e’ verificato infatti ad un singolo velivolo sottoposto a ripetuti test.

Nello specifico quel motore su cui è stata riscontrata la frattura, ha spiegato un portavoce della Pratt & Whitney, aveva operato ad alte temperature quattro volte più a lungo di un tipico volo di F35. Una rassicurazione che ha convinto il Pentagono a dare via libera alla ripresa dei voli.