18.04.2013

L’accordo riguarda la per la fornitura di componenti, sistemi e servizi per i 12 velivoli ordinati dall’Oman

“Una eccellente notizia per i nostri stabilimenti di Torino, Foggia, Nola e Venegono attivi nella produzione di componenti dell’Eurofighter”. Così ha commentato Giuseppe Giordo, Amministratore Delegato di Alenia Aermacchi, la notizia che l’azienda del gruppo Finmeccanica ha firmato con Eurofighter GmbH un contratto del valore di circa 170 milioni di euro per la fornitura dei componenti, sistemi e servizi di responsabilità Alenia Aermacchi per i 12 Eurofighter Typhoon ordinati a dicembre scorso dall’Oman.

Il contratto comprende servizi e attività di competenza Alenia Aermacchi anche per il pacchetto di supporto logistico iniziale di cinque anni richiesto dalla forza aerea omanita.

“Alenia Aermacchi – continua Giurdo -, con il suo 19% ha un ruolo importante nel programma e ogni nuova commessa per il caccia europeo ha un impatto rilevante sulle nostre attività. Dopo il successo in Oman per il Typhoon esistono concrete possibilita’ di export in tutta l’area del Medio Oriente dove stiamo conducendo diverse campagne commerciali che ci auguriamo di poter concludere con successo”.

Le componenti di responsabilità Alenia per gli Eurofighter omaniti saranno realizzate a partire dal 2014 ed i primi aeroplani completi saranno consegnati alla Royal Air Force of Oman nel 2017.

L’ordine omanita rappresenta il terzo successo di export per il consorzio europeo e fa dell’Oman il settimo cliente dell’aereo. Con quest’ultimo ordine sono 719 gli Eurofighter commissionati, di cui 571 sotto contratto di produzione, da parte di Italia, Regno Unito, Germania, Spagna, Arabia Saudita, Austria e Oman. Un totale che fa dell’Eurofighter il principale programma di collaborazione europeo nel campo della Difesa. Dalla data di ingresso in servizio, nel 2004, gli oltre 350 esemplari consegnati a 20 unità operative di sei forze aeree hanno accumulato oltre 160,000 ore di volo.