23.05.2013

Mancano i fondi per lo sviluppo del T-X dell’USAF per sostituire gli obsoleti T-38

Qualche giorno fa è stato cancellato e rinviato a data da destinarsi l'”industry day” relativo al programma T-X dell’USAF per la sostituzione degli obsoleti T-38 destinati a rimanere in linea sino al 2030 grazie a vari programmi di ammodernamento in corso o già effettuati.

Sebbene il fabbisogno esista (degli originali 1141 prodotti tra il 1961 ed il 1972 per l’USAF, restano in flotta un po’ più di 500 T-38 con un’età media che supera i 46 anni), mancano i fondi per lanciare il programma. Nei documenti di budget per l’anno fiscale (FY) 2014 risultano pianificati per le attività di R&S circa 41 milioni di dollari tra FY2012 e FY2018: solo due anni fa (budget FY2012) la somma prevista tra 2011 e 2016 superava i 300 milioni di dollari.
Contestualmente è stata modificata la tempistica del programma: la fase di EMD (Engineering and Manufacturing Development), che doveva iniziare a metà 2014, è oggi pianificata per fine 2016 ed il primo velivolo sarà disponibile solo dopo il 2020.
Il requisito totale dell’USAF ammonterebbe a 350 macchine, alle quali si potrebbero sommare successivamente altre 150 per la Marina (in sostituzione del T-45): ciò rappresenta circa il 35% della domanda potenziale mondiale di velivoli di questa classe nei prossimi 25 anni.
Un’opportunità da non perdere per le aziende aeronautiche che intendono partecipare alla gara: Alenia Aermacchi (che propone con General Dynamics la variante T-100 del suo M-436), BAE Systems (con l’ultima versione T129 dell’Hawk, in collaborazione con Northrop Grumman), Lockheed Martin/Korea Aerospace Industries (il supersonicoT-50) e probabilmente Boeing con un progetto del tutto nuovo.

Lo scorso autunno l’USAF ha reso noto una serie di caratteristiche chiave del futuro requisito (key performance parameters  – KPP): oltre al velivolo sono richiesti simulatori e sistemi di apprendimento a terra computerizzati. Il velivolo dovrà poter simulare al suo interno radar, data link, radar warning, displays ed armamenti di F-22 ed F-35. L’avionica e gli altri sistemi dovranno essere modulari, ad architettura aperta e migliorabili in futuro. Il Life-cycle costs totale richiesto per 20 anni è di  35.3 miliardi di dollari.