16.12.2013

Protocollo CIRA Procura della Repubblica di santa Maria Capua Vetere. Enrico Saggese è “un onore contribuire fattivamente alla lotta alla criminalità”

Il Procuratore della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, dott. Corrado Lembo e il Presidente del Centro Italiano Ricerche Aerospaziali, l’ing. Enrico Saggese, hanno siglato oggi il protocollo operativo d’intesa per l’utilizzo della piattaforma informatica elaborata dal CIRA di Capua per l’estrazione e il trattamento di dati, notizie ed informazioni, provenienti da fonti eterogenee, connessi alle attività di indagine sui reati ambientali.<

Con questo protocollo, della validità di tre anni, il CIRA mette a disposizione della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere tutte le dotazioni hardware e software, inclusi gli aggiornamenti ed il supporto tecnico-logistico, necessari al corretto funzionamento e alla consultazione in modo appropriato della piattaforma informatica.

Tale piattaforma rappresenta il contributo del CIRA al raggiungimento degli obiettivi contenuti nel Protocollo organizzativo di salvaguardia ambientale della Provincia di Caserta, promosso dalla Prefettura di Caserta e dalla Procura della Repubblica di Santa Maria, e dell’Addendum, cui anche il CIRA ha aderito insieme ad altri enti e istituzioni del territorio.

In base al Protocollo tutti gli enti partecipanti, ognuno per il proprio ambito di competenza, sono chiamati a mettere a disposizione il proprio know how e ad avviare le opportune iniziative al fine di promuovere una più intensa, efficace e coordinata azione a tutela dell’ambiente.
Com’è noto, infatti, il territorio della Provincia di Caserta, è interessato da gravi fenomeni di criminalità ambientale con conseguente contaminazione del suolo, del sottosuolo, delle acque e dell’aria e rischi elevati per la salute dei cittadini.

“E’ un onore per noi del CIRA” ha affermato il Presidente Saggese “contribuire fattivamente alla lotta alla criminalità, per di più in un ambito così attuale per il territorio campano come quello legato ai reati ambientali” e, continua Saggese “lasciatemi esprimere il mio personalissimo apprezzamento per il lavoro svolto dal Procuratore Lembo, per la sua capacita di combattere la criminalità utilizzando i mezzi tecnologici a disposizione”.