20.02.2014

Sono complessivamente 13 le imprese coinvolte dal progetto Torino Piemonte Aerospace

Nell’ambito del Progetto Integrato di Filiera Torino Piemonte Aerospace stanno per partire due missioni nel Regno Unito e in Nord America che vedono protagoniste complessivamente 13 imprese piemontesi dell’aerospazio. La prima dal 24 al 26 febbraio, sara’ nelle Midlands, cuore dell’Inghilterra che ospita il piu’ significativo cluster aerospaziale del Regno Unito. La seconda dal 10 al 14 marzo nella Silicon Valley californiana e a Seattle.

Moog, Rolls Royce, Gardner sono alcune delle societa’ inglesi con le quali si confrontera’ il Piemonte. Due settimane dopo, a San Francisco, la Nasa per la prima volta accoglierà una delegazione di imprese italiane. “Gli appuntamenti con le societa’ britanniche sono resi possibili grazie alla consolidata collaborazione di Torino Piemonte Aerospace con Midlands Aerospace Alliance, cluster che sostiene l’industria aerospaziale della regione inglese – commenta Alessandro Barberis, presidente della Camera di commercio di Torino -. MAA si e’ confermato un partner eccellente per lo sviluppo delle nostre attivita’ in un’area che vede il dinamismo del settore principalmente legato all’indotto di Rolls-Royce, secondo produttore al mondo di motori aerei. Qui inoltre hanno sede societa’ che forniscono ai produttori di aerei, come Airbus o Boeing, sistemi elettro-meccanici per il controllo di parti in movimento di aeromobili e societa’ specializzate in materiali per il settore come alluminio, titanio, leghe. Davvero unica poi l’opportunita’ che siamo in grado di offrire alle nostre imprese, organizzando per la prima volta l’incontro con la Nasa”. Per quanto riguarda invece la Nasa, “a riprova del forte interesse all’incontro, ha chiesto di ricevere in anticipo i profili delle imprese piemontesi che accompagneremo per prepararsi a riceverle”, spiega Giuseppe Donato, presidente di Ceipiemonte. ”Per loro organizzera’ una giornata che include la visita ad alcune sue infrastrutture e una riunione operativa con i propri tecnici – prosegue Donato -, per confrontarsi e discutere su progetti innovativi, prodotti e competenze aziendali”. Dopo l’appuntamento con la Nasa, dall’11 al 13 marzo la delegazione si trasferira’ a Seattle, nello Stato di Washington, per partecipare alla business convention Aerospace & Defense Supplier Summit dove seguira’ un’agenda di appuntamenti bilaterali pre-fissati. L’evento apre con una giornata dedicata alla conferenza Boeing e oltre a questo colosso, qui sara’ possibile incontrare i responsabili acquisti dei maggiori operatori americani e gli OEM internazionali. L’agenda sara’ arricchita, al di fuori della business convention, da incontri con i responsabili acquisti e i tecnici di aziende dello Stato di Washington e della British Columbia.