14.03.2014

Martusciello: entro maggio sarà concluso l’iter del bando riservato ai settori aerospazio e automotive

Oggi al convegno “Europe 2020, Strategy for Growth”, ospitato dal Palacongressi della Mostra d’Oltremare, giornata dedicata agli incontri BtoB. Per l’organizzazione dell’edizione campana, la Commissione Europea si è avvalsa del supporto dell’Enterprise Europe Network (EEN), della Regione Campania, della Camera di Commercio di Napoli, di Eurosportello, di UnionCamere Campania e dell’Agenzia Nazionale per le Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile (ENEA).

Sono 541 i soggetti partecipanti alla session di incontri, provenienti da 24 paesi. Oltre all’Italia (e alla Campania in particolare) fra i più rappresentati il Portogallo, la Turchia, la Francia e la Gran Gretagna.  Sono 79, fra aziende, cluster, e centri di ricerca quelli attivi nel settore aerospaziale, fra i queli il Distretto Tecnologico della Campania, i consorzi Technapoli e SAM. Molto ben rappresentati anche i settori biotech e agrofood.

Dopo una giornata incentrata soprattutto sulla presenza del vicepresidente della Commissione UE Antonio Tajani, questa mattina approfondimenti sui temi della politica comunitaria per lo sviluppo dei comparti industriali. In apertura di lavori un panel con gli assessori regionali Fulvio Martusciello e Guido Trombetti, Sabino Basso, presidente di Confindustria Campania e con Vincenzo Schiavo, presidente di Eurosportello EEN.

Nel suo intervento ha illustrato le attività messe in campo dalla Regione per semplificare le procedure e supportare i nuovi investimenti delle PMI. L’assessore si è riferito al Desk regionale per attrarre investimenti, sul modello di quello nazionale, e l’obiettivo d’inserire nella prossima finanziaria regionale la possibilità di escludere per il 2014 l’Irap per le Start-up.

Martusciello ha poi ricordato che ci sono 400 milioni di euro disponibili per imprese che vogliono continuare ad investire nella Regione. Il governo ne ha assegnati 150 milioni per le cinque aree in crisi, 100 sono pronti per accelerare l’assegnazione dei fondi comunitari e altri 150 milioni arrivano dalla Coesione sociale. Di questi è già definito che 15 sono previsti  per progetti transazionali, 35 per l’agroalimentare e 15 per la comunicazione. Inoltre altri fondi sono previsti per i poli calzaturieri e quello delle pelli a Solofra, infine – ha concluso Martusciello – è stato avviato il tavolo di partenariato per le attività fieristiche e di sostegno all’internazionalizzazione delle varie eccellenze campane, in particolare negli Usa, in Europa e anche in Asia. L’assessore ha inoltre confermato che entro maggio sarà concluso l’iter del bando riservato ai settori aerospazio e automotive.
Trombetti ha invece rilanciato la validità del paradigma dei cluster, come veicolo per creare quella massa critica necessaria alla costruzione di un nuovo sviluppo industriale. Trombetti ha rivendicato quale risultato messo a segno dall’amministrazione regionale la realizzazione dei distretti ad alta tecnologia (aerospazio, biotecnologie, automotive, agroalimentare, patrimonio culturale, turismo, moda, energia, edilizia ecosostenibile, trasporti e logistica), destinati, sostiene l’assessore, a creare un migliaio di nuovi posti di lavoro.