08.04.2014

Tensione negli stabilimenti liguri dell’azienda, i sindacati contro gli esuberi previsti dal piano industriale

Sarebbero confermate le voci che davano aziende  campane del comparto aeronautico contattate dal gruppo Piaggio. Laer di Benevento  dovrebbe realizzare un nuovo insediamento a Carcare.

Ma la situazione resta tuttavia  tesa tra le maestranze e lo scontro sindacale si acuisce giorno dopo giorno. La tensione è prodotta da oggettivi disagi  che si trovano a vivere i lavoratori dei due stabilimenti, quello di Finale e quello di Genova. Il capo del personale dell’azienda ligure, Carlo Rondine che è stato negli scorsi anni capo del personale di Alenia Aermacchi, ha reso noto il piano industriale che prevede infatti soluzioni diverse per i due stabilimenti liguri della società aeronautica. La produzione di Finale dovrebbe spostarsi nel nuovo stabilimento di Villanova d’Albenga, che e ormai sostanzialmente pronto.

A Finale sono previsti così 48 esuberi su un totale di quasi 650 addetti, ma nei piani dell’azienda ci sono anche investimenti consistenti per lo sbarco in un nuovo mercato, quello dei droni. Lo stabilimento di Genova Sestri invece nelle intenzioni della proprietà dovrebbe essere sostanzialmente abbandonato, qui dovrebbe restare solo una società di manutenzione, tutta da costruire, mentre la produzione di parti di ali e coda dovrebbe essere affidata alla Laer, società di Benevento guidata da Andrea Esposito tra i  principali subfornitori di Alenia Aermacchi per i programmi industriali che l’azienda di Finmeccanica sviluppa nei siti industriali campani, che andrebbe a realizzare un nuovo insediamento a Carcare. Di conseguenza a Genova sono previsti 117 esuberi su un totale di 540 addetti, ma soprattutto alla fine del processo nessun lavoratore di quelli genovesi resterebbe dipendente Piaggio. E’ questa la cosa che preoccupa di più i sindacati, che non si fidano del piano dell’azienda e dell’impegno che avrebbe assunt