10.04.2014

Il velivolo della Etihad Regional operato da Darwin Airlines ha segnalato un guasto. Scattate le procedure di emergenza, è atterrato regolarmente

Un ATR72 (e non 42, come riportato dalle agenzie) della Darwin Airlines, compagnia svizzera che da gennaio 2014 opera con il marchio Etihad Regional, decollato da Lampedusa con a bordo 43 passeggeri e tre componenti dell’equipaggio, volo F700200, questa mattina ha segnalato l’avaria al carrello allo scalo di Palermo “Falcone Borsellino”, dove sono state avviate le procedure di emergenza.

Lo scalo è stato chiuso per dieci minuti. Ad assistere il velivolo mentre atterrava i vigili del fuoco e il personale della Gesap. Alla fine l’aereo è atterrato regolarmente.

E’ stata la torre di controllo a fare scattare il piano di emergenza perché l’aereo proveniente da Lampedusa ha segnalato un’avaria al carrello. La segnalazione è giunta alle 7,50. Ma alla fine l’aereo è atterrato regolarmente intorno alle 8.10.

Etihad Airways, la compagnia aerea di bandiera degli Emirati Arabi Uniti, è sbarcata nel mercato regional all’inizio di quest’anno proprio con l’acquisizione della svizzera Darwin Airline e il mese scorso ha presentato un piano di investimenti che prevede l’acquisto in leasing di 4 aerei ATR 72-500, l’assunzione di 32 piloti e 40 hostess e altro personale per un totale di 290 impiegati. Attualmente Etihad Regional ha in flotta 10 velivoli, 8 Saab2000 e due dei 4 ATR in consegna. Opera su 36 destinazioni in Europa.

Problemi al carrello hanno caratterizzato alcuni piccoli incidenti subiti dagli ATR negli ultimi anni. Nel febbraio scorso, durante l’atterraggio un ATR 72 della compagnia romena Carpatair proveniente da Pisa e in atterraggio a Fiumicino, ha toccato due volte bruscamente a terra a causa del vento, si è piegato il carrello e l’aereo è finito fuori pista. Mentre nell’aprile 2012 al Catullo di Verona un altro ATR 72, dell’Air Dolomiti, ha perso una ruota del carrello anteriore in fase di decollo. Responsabile della realizzazione dei carrelli è la francese Messier Dowty, al programma lavora anche Magnaghi Aeronautica.