22.04.2014

I fondi Cipe serviranno all’allungamento della pista. Domani la Regione vota per ratificare l’ingresso nel Consorzio

Soltanto un paio di settimane fa avevamo dato conto del permanere della situazione di stallo all’aeroporto Costa d’Amalfi di Salerno e dell’attacco del sindaco De Luca, ora però registriamo quello che potrebbe essere un passo verso lo sblocco. Il ministro delle infrastrutture Maurizio Lupi, infatti, ieri ha dato il via l’libera all’utilizzo di 49 milioni di euro per lo scalo. Si tratta di fondi Cipe che saranno anticipati dalla Regione Campania, per l’allungamento della pista fino a 2,2 km, la posa del nuovo asfalto e l’ampliamento della capacità della zona terminal.

Con un voto programmato per oggi e slittato a domani la Regione oggi dovrebbe procedere con la delibera di Giunta e sbloccare i soldi e approvare il protocollo d’intesa per l’ingresso di Palazzo Santa Lucia nel Consorzio aeroportuale del Costa d’Amalfi.
La Regione Campania entrerà con non meno del 10%, così come previsto dallo statuto, rilevando le quote messe a disposizione dall’aumento di capitale e non opzionate dagli altri soci. Da verificare la quota precisa dell’impegno regionale per valutare i futuri assetti proprietari dell’aeroporto. Dopo il passaggio in Giunta, il protodollo sarà inviato a Roma per la firma del Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Maurizio Lupi. Soltanto dopo, la Regione Campania potrà opzionare l’ngresso nel consorzio. “Non dovrebbero esserci sorprese dalla giunta di domani – dice Antonio Fasolino, presidente Consorzio Aeroporto Salerno – Speriamo solo che tutto si con concluda in tempi celeri anche per il bando di privatizzazione”.