29.04.2014

Il numero uno del DAC, già consigliere, gestirà il Centro dopo le dimissioni di Saggese

Il Centro Italiano Ricerche Aerospaziali ha un nuovo presidente dopo le dimissioni di Enrico Saggese, conseguenti gli arresti domiciliari per il presidente ASI, nell’ambito di un’inchiesta su un giro di presunte tangenti per appalti.
Lo scorso 16 aprile, infatti, il consiglio di amministrazione del Centro di Capua ha nominato Luigi Carrino presidente. Al cda, oltre al consigliere di nomina ASI e presidente del DAC, hanno partecipato i due membri ancora in carica, Carlo Festucci e Francesco Capaldo, ed il commissario straordinario dell’ASI Aldo Sandulli. La scelta è avvenuta dopo che quello che poteva essere considerato il naturale successore di Saggese per questa fase, il consigliere anziano Festucci, ha declinano l’invito per motivi personali.

A Carrino dunque spetta il compito di guidare il CIRA almeno fino all’approvazione dei bilanci. Tutto poi diventa subordinato all’imminente nomina da parte del ministro Stefania Giannini del nuovo presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana. Il mandato di Sandulli, che ha ricevuto l’incarico lo scorso 13 febbraio dall’ex ministro Maria Chiara Carrozza, ha infatti un limite di tre mesi. Intanto sulla scrivania della Giannini dovrebbe esserci già la rosa dei cinque “papabili” alla presidenza ASI redatta dal comitato incaricato. Nominato dall’ex ministro, il Comitato è coordinato da Fabio Beltram, direttore della Scuola Normale Superiore di Pisa, e composto da Donatella Sciuto, del Politecnico di Milano, e Giacinto Della Cananea, ordinario di Diritto Amministrativo dell’Università di Roma di Tor Vergata.