29 luglio Caserta, firmato il Contratto di Rete AERNet

Nasce un nuovo soggetto imprenditoriale che unisce cinque PMI, 4 italiane e 1 UK

“Ringrazio – ha dichiarato Gustavo De Negri, Presidente di Pmi Campania – l’Ammiraglio Pio Forlani per il lavoro svolto negli ultimi diciotto mesi alla guida del Dipartimento Innovazione e Sviluppo di Pmi Campania, grazie all’impegno da lui profuso si è giunti alla firma del Contratto di Rete  che sancisce la nascita di un nuovo soggetto imprenditoriale nel campo dell’aerospazio. Provo una particolare emozione per due motivi: primo perché quanto vediamo oggi incarna il significato più autentico dell’impresa che ha dentro di sé connaturati il rischio, il coraggio e l’impegno. Secondo perché, in un momento in cui il Paese, in particolar modo il nostro territorio, affrontano le sfide di una crisi senza precedenti, cercando prospettive in chiave innovativa di sviluppo,occorre riconoscere il giusto merito a questa iniziativa in cui la coscienza della responsabilità sociale si aggiunge al coraggio imprenditoriale”…Segue
29 luglio Boeing consegna il primo 787-9 ad ANA

La compagnia giapponese sarà la prima ad operare con la versione allungata del Dreamliner

E’ atterrato oggi a Tokyo, per essere consegnato ad ANA, il primo Boeing 787-9, l’ultimo nato della famiglia Dreamliner. La compagnia giapponese, che è stata cliente di lancio dell’intero programma, sarà la prima ad utilizzare il modello del velivolo con fusoliera più lunga sulle sue rotte domestiche a partire da agosto.
La serie 9 del velivolo, dicono da Everett, assicura una maggiore economia nell’uso di carburante anche rispetto al 787-8 – un risparmio del +23% rispetto al +21% del 787-8 – e circa il 20% in più di posti a sedere e capacità cargo, con una conseguente ulteriore riduzione dei costi operativi. Il nuovo modello contribuirà alla progressiva espansione del business di Ana, in particolare sul suo network internazionale. Segue
29 luglio A Napoli corso per manager e professionisti sui droni

EuroUSC-Italia organizza alla Parthenope il primo corso internazionale sui regolamenti e standard per UAV non-militari

Il recente regolamento ENAC impone ai piloti di droni non-militari di avere una sorta di “patentino” per utilizzare droni a scopo professionale (non ricreativo). Ma per far crescere in modo sostenibile l’attività dei droni non basta saperli pilotare. Occorre conoscere almeno a grandi linee i connessi rischi legali ed i nuovi regolamenti che stanno emergendo a livello internazionale, europeo e nazionale. Per venire in contro a tali esigenze EuroUSC-Italia, joint venture tra British EuroUSC e Deep Blue, ha scelto di tenere all’Università Parthenope il primo corso internazionale sui regolamenti e standard applicabili ai droni non-militari…Segue