Il bando promosso dal Distretto Aerospaziale campano e gestito da STOA’ ha visto la partecipazione di oltre quattrocento candidati.

Si è svolta stamattina alla Scuola Politecnica delle Scienze di Base, Università degli Studi di Napoli Federico II la selezione per il conferimento di settantotto borse di studio rivolte a laureati in ingegneria.

Giovani e meno giovani ingegneri hanno risposto al bando per un progetto formativo della durata di circa dieci mesi su 6 progetti del DAC, finanziati dal MIUR con i fondi comunitari del PON, “Ricerca e Competitività 2007-2013”.

Il programma di ricerca del DAC prevede per le aziende aeronautiche campane il conseguimento di tecnologie e processi innovati per accrescere la competitività delle imprese, ormai è considerazione condivisa che la formazione, quando è adeguata e legata alle effettive necessità delle aziende, è un elemento centrale per il conseguimento degli obiettivi avanzati.

“ La richiesta di accedere alle borse di studio è un chiaro segnale di quanto grande sia la speranza e diffusa l’aspirazione dei giovani di accedere al mondo industriale dell’aerospazio”, ha detto Luigi Carrino Presidente del DAC, “molti ingegneri sono consapevoli delle grandi potenzialità e delle straordinarie preesistenze del settore che ancora sono nella nostra Regione”, “e tanti hanno chiesto di accedere alle borse di studio, tra loro anche persone non più giovani, è un fatto positivo – ha concluso Carrino – perché è un segnale di determinazione da parte di professionisti di continuare un percorso formativo e cimentarsi con obiettivi innovativi e nuove tecnologie”.