L’azienda romana è attiva nel settore difesa e controllo del traffico aereo

La francese Atos, vicina all'acquisizione di Vitrociset

Stando ad un articolo del Sole 24 Ore, che ha avuto una certa eco in Francia, il gruppo transalpino Atos sarebbe in pole position per l’acquisizione della romana Vitrociset, azienda attiva nel settore difesa e controllo del traffico aereo. La vendita dovrebbe concludersi nel 2016. La società della famiglia Crociani vale un giro d’affari di 169,5 milioni di euro nell’ultimo anno. Vi lavorano circa 860 persone, quasi tutte in italia, ma Vitrociset è stabilmente presente in Germania, Olanda, Belgio, Turchia, Guyana Francese e Kenya.

 Stando alle indiscrezioni di stampa, Edoarda Crociani, azionista di maggioranza con il 98,5% del capitale attraverso Ciset (il restante 1,46% di Vitrociset è invece in quota a Selex Es, conglomerata Finmeccanica nell’elettronica per la difesa), avrebbe rifiutato l’ultima offerta di acquisto di 120 milioni di euro. La famiglia pretenderebbe una valutazione della quota messa in vendita di almeno 200 milioni di euro.

 Atos è una compagnia che si occupa di servizi IT, con sede a Bezons, Francia. Atos è leader Europea nei servizi digitali con un fatturato annuo pro forma 2014 di circa 11 miliardi di euro e 93.000 dipendenti che operano in 72 Paesi. Nell’Ottobre del 2014 è stata annunciata l’acquisizione di Bull, una fusione che ha permesso ad Atos di rafforzare la leadership Europea, nel settore del Cloud, Big Data, e della Cybersecurity. Nel 2014 è stata pubblicamente annunciata l’acquisizione di Xerox ITO da parte di Atos. Un progetto che ha posto le basi per rafforzare in modo significativo la presenza del Gruppo in Nord America e la posizione di leader mondiale nei servizi digitali. Tale acquisizione ha consolidato ulteriormente il portafoglio Atos su un segmento IT dell’IT Operations.