Il costruttore aeronautico europeo aggiorna le previsioni di mercato.

Presentato a Londra il nuovo Global Market Forecast 2019-2038 di Airbus, che prevede oltre un raddoppio dell’attuale flotta di 23000 aerei passeggeri e cargo: 47.680 velivoli entro il 2038, con una crescita annuale media del traffico del 4.3% ed un fabbisogno di 550.000 nuovi piloti.

Le previsioni del mercato globale di Airbus (GMF) propongono una visione dell’evoluzione nei prossimi venti anni del settore del trasporto aereo, uno scenario che tiene conto di fattori quali la crescita demografica ed economica, le tendenze del turismo, i prezzi del petrolio, lo sviluppo di rotte nuove e di quelle esistenti prevedendo una domanda di aeromobili che coprono l’intero spettro di dimensioni da 100 posti agli oltre 400 posti.

Nel 2038 saranno in flotta – secondo Airbus – 39210 velivoli di nuova produzione (di cui 850 cargo) ed 8470 prodotti prima del 2019. Dei velivoli nuovi:

_ 29720 (74%) saranno Small (classe A320),

_ 5370 (14%) Medium (classe A320LR, A330)

_ 4120 (12%) Large (classe A350, A380)

Di questi 25000 (64%) incrementeranno le attuali flotte e 14210 (36%) sostituiranno velivoli attualmente in attività.

Il 42% delle consegne riguarderà l’area Asia-Pacifico, mentre Europa e Nord America rappresenteranno insieme il 36%.

il mercato dei servizi connessi all’aviazione civile è valutato da Airbus in 4.9 trilioni di USD nei prossimi venti anni.

“La crescita annuale del 4% riflette la capacità del mercato di far fronte alla domanda di aerei, nonostante gli shocks economici ed i disordini geo-politici. Le economie prosperano nel trasporto aereo e le persone e merci desiderano spostarsi,” ha dichiarato Christian Scherer, Direttore Commerciale Airbus e responsabile di Airbus International. “Globalmente l’aviazione commerciale stimola la crescita del GDP e crea occupazione per 65 milioni di persone, dimostrando gli immensi benefici che il nostro business porta alla società ed al commercio internazionale.”

Le previsioni di Boeing, presentate a giugno scorso, sono più ottimistiche di quelle del produttore europeo (cfr. Aeropolis, 20 giugno 2019).