23 Settembre 2019 Aeropolis Notizie 0

Recruiting Day di Rolls-Royce
Recruiting Day di Rolls-Royce

Una giornata della Rolls-Royce con gli studenti delle università napoletane.

Il gruppo motoristico è alla ricerca di laureati da assumere e candidati per tirocini e punta sulle università napoletane per individuare figure per le aree di Ingegneria, Ingegneria della produzione e Ingegneria elettrica.

Rolls-Royce da alcuni anni propone a Napoli e in alcune altre città italiane, un evento nel corso del quale presenta a giovani candidati l’azienda, le opportunità d’inserimento lavorativo e le possibilità di carriera.

Quest’anno sono quattro ex studenti campani del Rolls-Royce University Campus Team, laureati alla Federico II, che interloquiranno con i loro gli ex colleghi napoletani.  “Ci auguriamo che, condividendo le nostre esperienze, possiamo ispirare e motivare tanti studenti e laureati a credere in se stessi e a seguire le proprie aspirazioni con coraggio” spiega Benedetta Capano, laureata alla Federico II e in Rolls-Royce dal 2016, “a noi quattro”, come ad altri laureati della Federico II” ha continuato l’Ingegner Capano, “Rolls-Royce ha dato una fantastica opportunità di crescita professionale e personale di cui andiamo più che fieri”.  

La manifestazione è prevista oggi Lunedì 23 Settembre all’Università Federico II di Napoli e domani nell’aula magna dell’Università Vanvitelli di Aversa. Nei prossimi giorni gli studenti sono previsti incontri anche all’Università di Pisa e al Politecnico di Milano. Nel corso degli eventi previste sessione riservata alle sole ragazze.

Rolls-Royce è un’azienda leader mondiale della progettazione e costruzione di motori aerei e di power systems dell’aerospazio civile, difesa e power systems, con 50.000 dipendenti nel mondo, dei quali 18.245 sono ingegneri. In Campania è presente con Europea Microfusioni Aerospaziali (EMA) a Morra De Sanctis.  

In provincia di Avellino, com’è noto, EMA produce componenti in superlega ad alta precisione per motori e turbine e negli ultimi anni ha aumentato la capacità produttiva degli impianti di circa il 45 % con un investimento di 34 milioni, dei quali 16,7 del Fondo europeo di sviluppo regionale dell’UE, con 635 dipendenti e un fatturato di circa 70 milioni di euro.