27 agosto Campania, la deindustrializzazione frena le prospettive di ripresa dell’economia regionale

L’analisi dell’Area Research & IR di Banca MPS rimanda al 2015 i primi vagiti di una ripresa economica della Regione su cui pesa un costante processo di deindustrializzazione che la Campania ha subito negli ultimi decenni.

Segnali delle difficoltà anche dal settore meccanico, in cui spiccano l’Alfa Romeo a Pomigliano d’Arco, Firema a Caserta, la FMA di Pratole Serra (AV) e i cantieri navali a Castellamare di Stabia e a Napoli. Altre aziende importanti hanno sede ad Arzano come la SEDA, la Kiton e la Starlet, senza dimenticare l’industria aerospaziale che ha uno dei suoi poli più importanti in Campania con l’Alenia Aeronautica al quale occorre definire il profile di un futuro che ne garantisca lo sviluppo. Lo studio rileva che potenzialità di sviluppo mantiene conserva l’agricoltura, turismo, aerospaziale e conciario.
L’economia campana presenta una struttura produttiva diversa da quella italiana e la sua apertura al commercio estero è molto più contenuta… Segue

– See more at: http://www.aeropolis.it/#sthash.iU3dHBn4.dpuf