La proposta si basa sul velivolo T-100 derivato dall’Aermacchi M-346. Commessa per almeno 350 sistemi di addestramento

Finmeccanica parteciperà con Raytheon alla gara per gli addestratori USAF

Sarà Raytheon, quarto colosso al mondo del settore difesa, il prime contractor al fianco di Finmeccanica nella maxi gara per realizzare il sistema di addestramento avanzato dei piloti della Forza Aerea degli Stati Uniti. La soluzione presentata ufficialmente integra il velivolo T-100, una variante avanzata dell’Aermacchi M-346, con un sistema di addestramento a terra all’avanguardia.

Il resto della squadra si compone, come principali partner, di CAE USA e Honeywell Aerospace.

Quella per gli addestratori all’USAF è una delle più importanti commesse degli ultimi anni, si parla di 350 velivoli iniziali e relativi addestratori, che potrebbero salire a mille, chiamati a prendere il posto degli attuali Northrop T-38 Talon, vicini al pensionamento dopo 40 anni di utilizzo. Per questo la concorrenza sarà molto, per Raytheon e Finmeccanica ed il loro T-100 sarà agguerrita. Boeing parteciperà alla gara con la svedese Saab; Lockheed Martin, nei giorni scorsi ha annunciato che proporrà all’Usaf il T-50A, sviluppato con KAI; e lo Scorpion di Textron AirLand.

“Il T-100 offre elevate prestazioni in volo e il suo sistema di simulazione tattica immerge gli allievi piloti in uno scenario di missione estremamente realistico – ha dichiarato Filippo Bagnato, Capo della Divisione Velivoli di Finmeccanica – L’M-346, su cui si basa il T-100, è già operativo e utilizzato per l’addestramento dei piloti che volano sui più avanzati velivoli di prima linea in tutto il mo

ndo”. In effetti il punto di forza della proposta di Finmeccanica e dei suoi partner è che, a differenza di molti concorrenti, il sistema T-100 si basa su un prodotto già ampiamente testato sul campo.

“Il successo dei nostri futuri piloti dipende da un sistema di addestramento completo che consenta loro di utilizzare al meglio le capacità dei velivoli di prima linea di 4a e 5a generazione”, ha dichiarato Rick Yuse, Presidente della divisione Space and Airborne Systems di Raytheon. “La nostra soluzione, pienamente rispondente alle attuali esigenze di contenimento dei budget e a basso rischio, coniuga le esperienze acquisite da un velivolo già provato sul campo con una serie di nuove tecnologie per l’addestramento completamente integrate. Il nostro Team, forte delle esperienze, capacità e competenze maturate negli anni, è il più qualificato a rispondere ai requisiti di missione della Forza Aerea degli Stati Uniti”.

CAE USA progetta e sviluppa alcuni tra i più sofisticati sistemi di simulazione per velivoli di addestramento avanzato al mondo. “Prepareremo i piloti della US Air Force a volare, in modo sicuro e efficiente, sui più avanzati velivoli da combattimento,” ha affermato Gene Colabatistto, Group President – Defense & Security – di CAE. “Le nostre tecnologie di simulazione integrata giocheranno un ruolo sempre più importante nell’assicurare un addestramento sofisticato, sicuro e in linea con i budget della Forza Aerea degli USA”.

Honeywell Aerospace fornirà i due motori F124 per il T-100 attraverso la joint venture con International Turbine Engine Company (ITEC). Con oltre 800.000 ore di volo per tutta la famiglia di motori turbofan F124/F125, l’F124 offre il miglior rapporto spinta-peso nella sua classe, una comprovata affidabilità e una elevata efficienza.
“Il motore Honeywell F124 fornisce ai velivoli da addestramento e da combattimento leggero la massima potenza, facilità di manutenzione, flessibilità e un basso costo nell’intero ciclo di vita, in ogni tipo di ruolo e di missione”, ha detto Carey Smith, Presidente Defense and Space di Honeywell Aerospace. “Il motore F124 riduce il carico di lavoro del pilota grazie all’automazione di nuove funzioni che permettono al pilota di focalizzarsi sulla sola attività di volo, per completare con successo le missioni”.